domenica 27 ottobre 2013

Il senso della vite



SWASTIKA IN ROTAZIONE
 DESTRORSA

Quando ero giovane c'erano i poeti ed essi di sovente inciampavano nella Verità. Ora in questa epoca figlia di una doppia vir-tualità gli stessi preferiscono scrivere testi per le canzoni, come questo che riporto. Da leggere con la profonda attenzione che merita:


"Il senso della vite nasconde un gran mistero Prendiamo tre minuti per veder se  c'è del vero 

Si avvita in senso orario si sviterà al contrario io svito e lei si stringe Arcano enigma della sfinge 

Sarà che son negato al lavoro manuale Lo zen è l'arte di chiamare presto un falegname 

Col senso della vite vai incontro a frustrazioni Non trovi il verso giusto E' come scrivere canzoni 

Provaci tu Io vado a riposare Provaci tu Non ho tempo da buttare 

Il senso della vite è un finto singolare Potresti non trovarlo mai ma seguiti a girare 

Lasciate ogni speranza voi che girate Un giorno o l'altro io la prendo a martellate 

Dopo tanta fatica son prossimo allo zero lascio a voi che ci riuscite il senso della vite 

Dopo tanti tentativi sono prossimo allo zero".

SWASTIKA IN ROTAZIONE
 SINISTRORSA
"QUANTO AL SENSO DI ROTAZIONE INDICATO DALLA FIGURA, ESSO HA UN IMPORTANZA DEL TUTTO SECONDARIA E NON INFLUISCE SUL SIGNIFICATO GENERALE DEL SIMBOLO; IN EFFETTI SI TROVANO ENTRAMBE LE FORME A INDICARE SIA UNA ROTAZIONE DA DESTRA A SINISTRA, SIA UNA DA SINISTRA E DESTRA, SENZA CHE QUESTO IMPLICHI NECESSARIAMENTE L'INTENZIONE DI STABILIRE TRA LORO UN OPPOSIZIONE QUALSIASI.
E' PUR VERO CHE, IN CERTI PAESI E IN CERTE EPOCHE, POSSONO ESSERSI PRODOTTI, NEI CONFRONTI DELLA TRADIZIONE ORTODOSSA, DEGLI SCISMI I CUI FAUTORI HANNO DATO VOLUTAMENTE ALLA FIGURA IN QUESTIONE UN ORIENTAMENTO OPPOSTO A QUELLO IN USO NELL'AMBIENTE DA CUI SI DIVISERO, NELL'INTENTO DI AFFERMARE MEDIANTE UNA MANIFESTAZIONE ESTERIORE IL LORO ANTAGONISMO, MA CIO' NON INFIRMA PER NULLA IL SIGNIFICATO ESSENZIALE, CHE RIMANE IN TUTTI I CASI IL MEDESIMO.DEL RESTO, LE DUE FORME SI TROVANO TALVOLTA ASSOCIATE:

Oggetti rituali ritrovati nella valle dei Veda:
 le precedenti immagini sono relative ad oggetti sacri
della stessa panoplia cultuale 

POSSONO ALLORA ESSERE INTESE COME RAFFIGURAZIONI DELLA STESSA ROTAZIONE VISTA DA CIASCUNO DEI DUE POLI, IL CHE SI RIALLACCIA AL SIMBOLISMO ASSAI COMPLESSO DEI DUE EMISFERI. "

(dal Simbolismo della Croce di Renè Guenon)

A te, caro lettore, trovare il punto zero. Non aver fretta, hai tutta l'eternità davanti.




Nessun commento:

Posta un commento